Home Editoriale Pagina 2

Editoriale

C.mare di Stabia, movida sbronza: adolescenti e alcool un mix fuori controllo

La movida stabiese finisce nell'occhio del ciclone per l'aumento dilagante di alcool da parte dei giovani. Il pronto soccorso del presidio ospedaliero cittadino, sopratutto nei weed end, sul finire delle serate diventa luogo di pellegrinaggio di ragazzi in stato d'ebrezza. Un fenome allarmante, un...

C.mare di Stabia, incubo baby gang in villa solo per picchiare

Si muovono in branco per le strade della città; come animali in cerca di cibo scelgono le prede; spintoni, minacce, vessazioni nel peggior dei casi picchiano  e rapinano le vittime. Baby gang o meglio ragazzi, adolescenti ai quali mancano le basi di quella che...

C.mare di Stabia, canti di Natale si, canti no…ma la volontà dei bambini qual’è? Il pensiero a 360° di una realtà celata dal buonismo

Ogni anno in Italia le scuole nei giorni che precedono il Santo Natale diventato il centro di polemiche; il motivo dei dibattiti sono i canti natalizi, le recite che coinvolgono in particolare gli alunni degli asili e delle scuole primarie. La cronaca riporta quotidianamente...

Il giorno dei morti e dell’ipocrisia dei vivi. Al cimitero una volta all’anno

 Il giorno dei morti…il giorno dell’ipocrisia dei vivi. La sera prima a festeggiare Halloween, mascherati da zombi, streghe, a divertirsi fino all’alba, il giorno dopo si va al cimitero, sfoggiando abiti eleganti e visi con falsa espressione addolorata. Ogni anno si ripete, come in...

Odissea 2000: quando i social sono come l’eroina. Facebook prima della morte

I recenti fatti di cronaca, riportati dai mass media, evidenziano quotidianamente il modo di rapportarsi alle situazioni che ci coinvolgono direttamente, in caso di incidenti e lutti. L'uso dello smartphone, nella società moderna è diventato oltre a un valido mezzo di comunicazione, uno strumento...

SARNO: migranti per le strade in cerca di elemosina. Un fenomeno in crescita senza controllo

La convivenza tra gli abitanti di Sarno e i profughi presenti sul territorio, va avanti da mesi. Le strutture, che ne hanno fatto richiesta per accoglierli, sono dislocate nella zona periferica del paese. Uomini, donne, bambini, arrivati in Italia in prospettiva di un futuro...