Quest’anno è tornato a far visita ai fedeli sarnesi il monaco di Gerusalemme, il viandante di Gesù, caro alla comunità che a lui affida preghiere di pace e serenità. Da secoli i fratelli del Commissariato Generale di Terra Santa in Napoli percorrono paesi e città questuando di casa in casa e raccogliendo l’obolo per i Luoghi Santi tra gli iscritti all’Opera Pia di Terra Santa. Nei tempi passati, quando le vocazioni erano fiorenti, erano molti i fratelli che si dedicavano a questo prezioso Apostolato. I religiosi avevano un’intensa attività itinerante, macinavano chilometri, su e giù dall’ Abruzzo passando per il Molise – Campania – Calabria, Basilicata, Puglia fino in Sicilia. Oggi i Collettori sono tre, fra Francesco, collettore da oltre mezzo secolo, visita ben 180 comuni: quasi tutte le provincie di Avellino e Benevento, molti paesi intorno al Matese, del Cilento e del Salernitano, fra i quali Sarno, oltre all’isola di Procida. Fra Antonio si occupa del territorio di Aversa, di Nola, dei grandi paesi sotto il Vesuvio, della zona di Marcianise e dell’isola di Capri. Fra Antonio, invece, visita le zone di Salerno, Caserta, Pozzuoli e Napoli. Desiderati e stimati rappresentano una visita attesa e gradita ogni anno, simbolo di una grande benedizione. Le famiglie legate alla tradizione trasmessa dagli avi, sono onorati di ospitarli e affidargli offerte e preghiere affinchè il ricordo, l’anima dei cari estinti sia portata in Terra Santa, la terra in cui nacque, morì e risorse Gesù Cristo.