C.mare di Stabia: il pastry chef Angelo Mattia Tramontano finalista del “San Gennà…Un Dolce per San Gennaro”

Renaissance Naples Hotel Mediterraneo ospiterà il prossimo 8 Luglio 2019, alle ore 18:00, la seconda edizione del “San Gennà…Un Dolce per San Gennaro”. La kermesse vede la partecipazione dei migliori pasticceri sfidarsi nella preparazione di un dolce dedicato al patrono di Napoli. Nata da un idea di Mulino Caputo e Dieffe Comunicazione, le mani di sette sapienti artigiani, arrivati in finale, si contenderanno il titolo preparando, per le due categorie in gara ( monoporzione e torta), la prelibatezza dolciaria, che dovrà avere un ingrediente di colore rosso in riferimento al sangue del Santo. La reliquia conservata in un’ampolla nel Duomo cittadino che tre volte l’anno è al centro di un fenomeno, da sostanza solida si trasforma in liquida. Un evento attesissimo dai fedeli considerato miracoloso. A comporre la giuria del “San Gennà…Un Dolce per San Gennaro” quattro big del world cake: Luigi Biasetto, Relais Dessert e già Campione del Mondo; Gino Fabbri, presidente dell’AMPI; Sal De Riso ambasciatore dei dolci di Minori e Salvatore Gabbiano, vincitore della prima edizione del contest. Presenti inoltre Antimo Caputo, Ad del Mulino Caputo; Massimo Manelli, Ceo della Snaidero e Gianni Simioli, giornalista radiofonico di Rtl  e Radio Marte, nonché ideatore del San Gennaro Day. Fra i sette concorrenti che ambiscono al prestigioso riconoscimento Angelo Mattia Tramontano pastry chef del Gran Caffè Napoli 1850 di Castellammare di Stabia. Studi alla scuola di cucina e pasticceria Boscolo Etoile Tuscania a Viterbo, Tramontano vanta un curriculum lavorativo di tutto rispetto. Qualità professionali e esperienze lavorative acquisite all’Hotel De Russie a Roma, al Don Alfonso 1890, l’Hotel Quisisana a Capri, al Bellevue Syrene di Sorrento fino ad arrivare nello storico bar

della città delle acque. Questi gli altri finalisti: Antonio Costagliola, originario di  Monte di Procida, pasticcere presso Le Monzù di Punta Tragara, cinque stelle di Capri;  Mario di Costanzo figlio d’arte presso la “Di Costanzo Patisserie” di Piazza Cavour, Giuseppe Esposito del Roxy Bar di Sant’Agata sui Due Golfi; Ciro Scognamiglio della Pasticceria Poppella, locale  nato nel lontano 1920 nel rione Sanità e Micheal Roper, fino al giugno 2018 è stato capo pasticcere del ristorante “Le Lanaud” presso Boisseuil in Francia.