Siamo all’assurdo, dopo gli scellerati tagli abusivi verificatisi il 28 dicembre sul monte Faito, oggi alcuni proprietari di ville e immobili continuano con il consueto malcostume, che sfocia nell’illecito, attraverso il taglio indiscriminato e illegale di alberi, soltanto perché fastidiosi alla

visuale o grandi al punto da fare ombra sulla proprietà, evitandone l’esposizione alla luce del sole…il cancro della montagna, sarà anche la politica, ma la politica è espressione degli elettori! E con queste persone non mi sorprende più nulla.A chiarimento generale, l’Ente Parco è l’unico ente che può autorizzare i tagli boschivi secondo le normative vigenti. A buon intenditor..

Francesco Tristano dello Ioio