lunedì, 25 Gennaio 2021

Castellammare di Stabia: cittadino multato in Z.T.L. ma il segnale riporta divieti vecchi di 8 anni.

PUBBLICITA

Un cittadino stabiese è stato multato per aver parcheggiato l’auto sulle strisce gialle, cosa a lui consentita in quanto residente ed in possesso di regolare abbonamento mensile da 20 euro, ignaro del fatto che la zona fosse a traffico limitato. La sanzione è stata elevata tenendo conto di un dispositivo vecchio che riporta mesi, date e orari riferiti al periodo che va dal 12 ottobre 2007 al 20 gennaio 2008. Il cittadino ha provato a chiedere spiegazioni al personale dell’Ufficio Circolazione e Viabilità ma la risposta è stata vaga invitando l’uomo a presentare eventuale ricorso.

segnale

Vagliando i più recenti orientamenti giurisprudenziali in fatto di accesso alle zone a traffico limitato, è possibile passare rapidamente in rassegna i casi più frequenti nei quali la sanzione amministrativa elevata è viziata e quindi nulla. Ci si riferisce in questa sede all’ articolo 7, commi 9 e 14 del Codice della Strada.

Un’ormai non recentissima sentenza della Corte di Cassazione con numero 23661 del 2009 è arrivata alla conclusione che le multe per accesso ZTL elevate in difetto della precisa segnalazione dei giorni e degli orari nei quali i varchi sono attivi deve considerarsi nulla: il Comune ha l’onere della prova di aver segnalato all’utente della strada in modo chiaro e leggibile gli orari di accesso al varco e le eventuali modifiche degli stessi, pena la nullità della sanzione elevata. Il ricorrente avrà quindi la possibilità di verificare che i cartelli che limitano gli accessi alle zone a traffico limitato, rechino precise indicazioni su quando sia o meno possibile accedere alle stesse. In caso di modifica delle stesse limitazioni, inoltre, tutti i cartelli inerenti alla ZTL devono essere correttamente modificati, recando i nuovi orari di accesso. 

Curiosità: ZTL stà per Zona Traffico Limitato ma  ZZTL stà per…?

 

 

PUBBLICITA

ALTRE NEWS

DALLA HOME