L’INPS informa che le domande per usufruire della prestazione “indennità 600 euro”, inizialmente da inoltrare da lunedì 30 marzo, potranno essere presentate a partire dal primo aprile 2020. Dieci miliardi di euro destinati a famiglie e imprese, le risorse stanziate nel Decreto Cura Italia, che l’INPS dovrà gestire per sostenere 11 milioni di lavoratori alle prese con l’emergenza. Un bonus da 600 euro per autonomi e Partite Iva. La richiesta può essere fatta on line sul sito dell’INPS a partire da mercoledi’ 1 aprile. L’indennità può essere chiesta anche da Co.Co.Co, lavoratori dello spettacolo, del turismo e agricolo. Scatta anche la procedura semplificata per ottenere il PIN. Sempre dal 1 aprile si possono presentare le domande per il bonus baby-sitting fino a un massimo di 600 euro, 1000 per il personale sanitario e le forze dell’ordine. Il bonus è alternativo al congedo straordinario fino a 15 giorni se si hanno figli fino a 12 anni e può essere chiesto anche da chi ha il coniuge in smart working. Per le imprese e già operativa la richiesta di cassa integrazione sia quella ordinaria che quella in deroga, anche per le aziende che hanno un solo dipendente. Il periodo coperto va dal 23 febbraio al 31 agosto, bisogna solo specificare la causale Covid 19 nazionale. Per qualsiasi dubbio si può chiamare il contact center dell’INPS ai numeri 803164 -da rete fissa- 06164164 – da rete mobile.