auto-polizia

C.mare di Stabia, blitz all’alba della Polizia: scattano gli arresti

E’ in corso dall’alba di oggi un blitz anticamorra della Polizia di Stato coordinato dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli.
Molti cittadini sono stati svegliati da un elicottero che alle 4 circa, sorvolando in lungo e in largo l’area stabiese e dei monti Lattari, ha coadiuvato le squadre di terra: uomini del reparto mobile partenopeo e agenti del Commissariato di Castellammare di Stabia, impegnati in una vasta operazione contro il clan D’Alessandro e altre cosche alleate del vesuviano. Decine gli arresti eseguiti per estorsione, violenza privata, detenzione di armi, ed esplosivo,  aggravati dalla finalità

mafiosa. Le estorsioni, oggetto delle indagini,  sono state perpetrate tra il 2013 e il 2016 ai danni di imprenditori, commercianti, professionisti di Castellammare, Pompei, Agerola, Gragnano e Pimonte. Tra i 14 arrestati l’imprenditore Adolfo Greco, Liberato Paturzo, Francesco Afeltra, Raffaele Afeltra, Michele Carolei, Raffaele Carolei, Giovanni Cesarano, Antonio Di Martino, Luigi Di Martino, Vincenzo di Vuolo, Attilio Di Somma, Nicola Esposito detto o’ mostro boss del clan Cesarano, Aniello falanga e Giovanni Gentile di Agerola. Ai domicliari è finita invece Teresa Martone. I suoi figli Pasquale e Vincenzo D’Alessandro risultano indagati. Il gip Perrella per loro e per Paolo Carolei, Sergio Mosca e Giovanni Schettino non ha ritenuto applicare la misura cautelare. 

.

Commenti

Commenti