Juve Stabia, Piero Braglia potrebbe restare

FONTE:www.campaniagoal.it

Un’idea più che una notizia: Piero Braglia e la Juve Stabia ancora insieme, con il trainer toscano a rivestire un ruolo di dirigente nella futura avventura calcistica delle Vespe in Lega Pro. Che sia necessario cambiare il “manico” chiamato a guidare il team nella prossima stagione, questo è fuori di dubbio: al di là delle qualità morali e professionali di Braglia è più che giusto aprire un nuovo ciclo tecnico dopo quattro anni di intense emozioni e soddisfazioni, macchiate soltanto dall’ultimo anno di serie B, pagato con lo scotto della retrocessione dopo tre annate tutto sommato sempre entusiasmanti, con picchi d’eccellenza nel primo biennio ed un fisiologico assestamento nel terzo periodo, fino al crollo verticale dell’ultima stagione agonistica. Ma che Braglia e la Juve Stabia si daranno soltanto un “arrivederci” e non un “addio” al termine di questo campionato, è altrettanto chiaro quanto scontato. Il legame con la piazza e con alcune figure dirigenziali c’è e rimane bel saldo, con Braglia che sarà sempre e comunque un “totem”, un esempio per tutti gli allenatori che seguiranno al timone delle Vespe.

Quindi, perché non auspicare la presenza del tecnico di Grosseto ancora nei quadri dirigenziali della società di via Cosenza? E’ chiaro che questa sarebbe un’ipotesi percorribile soltanto se a Braglia non giungerà alcuna proposta allettante, che gli permetta di ritrovare le antiche motivazioni e gli stimoli giusti per sedersi su una nuova panchina, elementi che nel calcio sono tutto. Ma in caso contrario, Braglia ha riferito di preferire l’inattività, restandosene fermo per un anno, il classico “anno sabbatico”, in attesa di rilanciare la sua candidatura per una panchina di prestigio, tra serie B e Lega Pro. In terza serie l’hanno già inserito nella lista dei papabili prima il Benevento (dove già lavora il diggì Di Somma, ex gialloblé e stabiese doc) e poi la Casertana, mentre in Cadetteria il Padova (al di là della categoria che disputerà il prossimo anno, visto che pure i biancoscudati rischiano la retrocessione) resta più di un semplice rumor di mercato, considerato che già un anno fa i veneti “tentarono” Braglia, che però scelse di rimanere a Castellammare.

Cosa succederà? L’esperienza da allenatore alla Juve Stabia è satura, non così potrebbe essere per quella di possibile dirigente. Dunque, vedremo quello che accadrà, intanto bisogna finire bene questo campionato, dimostrando l’atteggiamento giusto in campo, come avvenuto nel match col Crotone, dove anche se non s’è vinto s’è dimostrato ampiamente il valore del gruppo, con i ragazzi della Primavera sempre meglio integrati nel team maggiore.

www.campaniagoal.it/wordpress1/2014/05/juve-stabia-piero-braglia-potrebbe-restare/

ALTRE NEWS

ULTIME NOTIZIE

Sarno, “Festa dello Sport” allo Stadio “F. Squitieri”: in campo gli alunni dell’Istituto Comprensivo Sarno – Episcopio

I.C. Sarno – Episcopio: si ripete per il secondo anno consecutivo la “Festa dello Sport” allo Stadio “F. Squitieri” Una vera e propria “Festa dello...