martedì, 16 Agosto 2022

Lecce, malore fatale dopo la seconda dose del vaccino Pfizer: muore 13enne

Lutto a Trepuzzi, a Sud della Puglia, per la morte di Arianna. La ragazzina, affetta da una grave patologia cardiaca, una malformazione che aveva reso impraticabile persino l’ipotesi di un trapianto, Giovedì mattina ha ricevuto la seconda dose del vaccino Pfizer. Dopo circa 24 ore dal giorno dell’si è sentita male. Ricoverata all’ospedale Vito Fazzi di Lecce, è deceduto nonostante le manovre rianimatorie dei medici.
Al momento, dopo una prima valutazione, non è stato possibile stabilire una correlazione tra il vaccino e la morte, pertanto abbiamo incaricato un nostro sanitario e un medico legale di eseguire l’autopsia sul corpo della ragazza. Abbiamo seguito le procedure di legge previste in casi gravi come questo ed è stata data comunicazione all’autorità sanitaria e alla famiglia“, ha dichiarato al Corriere del Mezzogiorno Rodolfo Rollo, direttore generale dell’Asl

di Lecce. In occasione dei funerali di Arianna, studente al primo anno di liceo, il sindaco Giuseppe Taurino ha preannunciato l’intenzione di istituire il lutto cittadino: “Quando una comunità perde una giovane vita è un dolore per tutti quanti – commenta molto amareggiato il primo cittadino salentino – non ci sono parole per descrivere il dolore di un genitore che seppellisce il figlio, queste sono tragedie che ti segnano nell’animo». Poi Taurino conclude: «Il paese si deve stringere attorno alla famiglia della vittima e fare sentire la propria solidarietà e il proprio affetto, come anche nei confronti dei compagni e degli amici di scuola della ragazzina, tra i quali c’è grandissimo dolore per la sua morte improvvisa.” La morte di Arianna segue di poche settimane quella di un’altra ragazzina, la quattordicenne Majda El Azrak, di origini marocchine, residente a Ruffano, entrata in coma irreversibile due giorni dopo avere ricevuto la seconda dose di Pfizer e poi deceduta il 13 settembre presso l’ospedale pediatrico «Giovanni XIII» di Bari, dov’era stata trasferita il 19 agosto scorso, proveniente dal nosocomio di Tricase. Sulla morte di Majda, dopo l’esposto dei genitori, la procura di Lecce ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo, iscrivendo nel registro degli indagati il medico vaccinatore e i due medici dell’ospedale tricasino, che sottoposero la giovane a degli accertamenti radiologici, evidenziando una formazione encefalica tumorale, confermata anche dalla successiva autopsia ma sulla cui natura sono in corso accertamenti. Inizialmente i medici sostenevano che fosse morta per una meningite. Anche in questo caso c’è una famiglia che attende ancora di conoscere la verità.

ALTRE NEWS

ULTIME NOTIZIE