Cercava il bagno di folla, Si voleva nascondere dietro le buone intenzioni, sull’appeal di un prete di strada, di chi si fa il cu…ore grande per aiutare gli ultimi, si voleva nascondere dietro una icona quale è Don Salvatore, il nostro Sindaco. Ed invece, un flop preannunciato allorché si è palesata la sua presenza sin dagli spot. Un Sindaco in cerca della legittimazione popolare si è ritrovato con quattro gatti che al netto delle presenze istituzionali si contavano con il pallottoliere dei piccoli. Aveva puntato sulla manifestazione, aveva immaginato che nessuno si potesse tirare indietro, partiti, associazioni “virtuali e non”, aveva preparato la parata dei Sindaci viciniori che per cortesia istituzionale non gli avrebbero detto di no. Ecco in una foto emblematica c’erano più auto blu che gente. Tristissimo!!! Si doveva omaggiare la abnegazione di un uomo dello stato, si era preparato la sua passerella. Tentativo fallito. Lo scollamento con la società civile, con l’humus del territorio è palese. È un Sindaco eletto ma sconosciuto alla città, ai più. A quelli che avrebbero dovuto essere di più oggi e non lo sono stati. Una occasione perduta, no. Un segnale estremamente chiaro. Cambia registro Sindaco! cambia musica e orchestrali. Manca tempo ancora alle elezioni, per il bene della città ci auguriamo che si cambi musica ma siamo consapevoli che a metà dell’opera, l’opera stessa sembra irrimediabile.

Michele Ruocco