Ancora un duro colpo quello inferto dai carabinieri stabiesi alle organizzazioni criminali dedite alla produzione e al traffico di stupefacenti. A distanza di qualche giorno da un altro sequestro, avvenuto in località Capo Mazzo, i militari coordinati  dal Comando Provinciale di Napoli – in collaborazione con i colleghi della Sezione Elicotteri Pontecagnano – hanno individuato in zona Lettere un’estesa e rigogliosa piantagione di cannabis: 750 piante alte tra 80 e 120 cm nascoste, con la consueta abilità, all’interno di un fitto canneto, difficile da raggiungere, anche a piedi. L’insieme dello stupefacente  sequestrato e poi distrutto, una volta essiccato, avrebbe consentito di ricavare oltre 400 chilogrammi di cannabis, che immessa sul mercato al dettaglio avrebbero portato nelle tasche della criminalità dei guadagni altrettanto ingenti. Sono in corso indagini finalizzate alla ricerca dei responsabili.