Pubblicità

Spesso si sente parlare dei fiori di Bach, ma poi al dunque non tutti sanno di cosa si
tratta nello specifico. Si tratta di un gruppo di piante accuratamente selezionate nel
‘900 da uno studioso di nome Edward Bach per via dei loro benefici. Nello specifico,
parliamo di una gamma di 38 fiori divisi a loro volta in sette categorie differenti, in base
alle loro funzioni e ai benefici psicosomatici che assicurano a chi li assume. Come sono
stati scoperti? Dallo studio per lunghi anni condotto da Bach che ha portato alla
preparazione delle prime essenze naturali.

A cosa servono i fiori di Bach e come assumerli

Per prima cosa, bisogna specificare che questi fiori non rappresentano una vera e
propria cura per le malattie, ma un mezzo per riuscire a sbloccare le energie latenti nel
corpo e nella mente. Non a caso si parla di psicosomatica e non di medicina vera e
propria, quindi dell’antenato dell’omeopatia. Nello specifico, Bach sosteneva quanto
segue: grazie alle essenze di determinati fiori, l’individuo ha la possibilità di ripristinare il
proprio equilibrio psicofisico, cancellando le emozioni negative, che si pensa siano alla
base di molte delle patologie conosciute. Dove trovarli? Oggi è piuttosto semplice, dato
che si possono reperire anche online, nella categoria dedicata all’erboristeria di una
farmacia come Shop Farmacia per esempio. Detto ciò, è il caso di capire come assumerli
e pure qui non c’è nulla di complesso: le essenze dei fiori di Bach, infatti, vanno diluite
in acqua o prese per via sublinguale e non presentano particolari controindicazioni.

I fiori di Bach più utilizzati e i loro effetti

La lista è molto lunga, considerando che ogni fiore presenta particolari effetti ed è
indicato in casi specifici. Alcuni, però, sono più diffusi di altri e meritano quindi un
doveroso approfondimento. Fra le principali specie troviamo ad esempio il Centaury e
lo Cherry Plum, che vengono consigliati alle persone che desiderano perdere peso, e lo
stesso discorso vale per l’Holly e l’Impatiens: quest’ultimo molto utile per combattere la
fame nervosa. Sia chiaro che i fiori di Bach non hanno effetti diretti sull’organismo, ma
possono aiutare ad essere costanti, pazienti e sereni, quindi come coadiuvante. Altri
fiori noti e spesso utilizzati sono il Mimulus e il Rock Rose, specialmente per i bambini,
perché aiutano i piccoli a combattere le loro paure. Infine, menzioniamo anche alcuni
fiori perfetti per contrastare l’ansia, come lo Star of Bethlhem e l’Oak, sottolineando
che nessuna delle specie in questione ha effetti collaterali.