Sono 300 le persone evacuate, residenti a ridosso della collina del Saretto. La maggior parte ha trovato ospitalità presso parenti e amici, una quarantina sono state ospitate nella scuola media Baccelli, attrezzata come centro di accoglienza. Le operazioni di evacuazione (si tratta di una misura precauzionale) ha visto impegnati Protezione Civile Comunale e Regionale, Polizia Municipale, Polizia di Stato, Carabinieri, Tecnici del Comune. Una decisione presa in via precauzionale dal primo cittadino, rammaricato di fronte ai cittadini costretti a lasciare le proprie case per trasferirsi altrove. Gli interventi di bonifica e messa in sicurezza del monte, dopo l’incendio doloso di settembre, sono iniziati, sotto controllo il rischio idrogeologico; importante è impedire che alle prime piogge l’acqua dilaghi sul paese a velocità che potrebbe essere distruttiva.