E’ di due morti e quattro feriti, di cui due in gravi condizioni, il bilancio dell’incidente avvenuto ieri sera sulla A30 Caserta-Salerno tra il bivio con la A1 Milano-Napoli e Nola verso Salerno. Un tamponamento a catena che ha coinvolto più mezzi: tra le lamiere contorte il corpo di Teresa Furchi 50 anni e Caterina Costa 25 anni, alla guida dell’auto, il padre Antonio Costa 54 anni, ferito gravemente è ricoverato all’ospedale di Caserta. La famiglia residente a Brattirò in Calabria, tornavano da Roma dove la figlia si era sottoposta a visita di controllo all’ospedale Gemelli. Un altro uomo ricoverato è un 29enne di Striano, Nicola G.; lievi invece le ferite di un 20enne di Napoli, Salvatore F. Le altre tre persone coinvolte avrebbe riportato traumi e ferite varie ma non sarebbero in pericolo di vita. Sul posto hanno operato per diverse ore le squadre dei Vigili del Fuoco e il personale del 118. Chiusa al traffico veicolare il tratto interessato dal sinistro: avviate dalle Polstrada le indagini per i normali accertamenti del caso.