La pizzeria Trianon in Piazza Forcella ospita il terzo corso dell’Accademia Arti e Mestieri per pizzaioli. Nata nel dicembre 2017 da un’idea dell’imprenditore Rosario Bianco, patron di Rogiosi Editore, e del magistrato Catello Maresca, Sostituto Procuratore della Repubblica, come strumento per togliere i ragazzi dalla strada e avviarli alla professione di pizzaiolo. Un recupero sociale delle fasce più deboli, spesso vittime involontarie di un sistema che alimentato dall’abbandono scolastico, disagio economico, mancanza di opportunità lavorative, non offre alternative se non delinquere. L’associazione si avvale di della collaborazione di professionisti del settore Vincenzo Staiano  “’O zi Aniello” di Lettere e  Angelo Greco, icona storica dello scenario partenopeo dei pizzaioli, che mette a disposizione i locali della pizzeria Trianon per le attività inerenti al corso. I ragazzi, segnalati dalle associazioni territoriali, arrivano da nuclei familiari complicati, hanno conosciuto la realtà carceraria; spaccio, rapine, i reati più frequenti. Molti, nonostante la giovane età, sono già papà, dopo le selezioni nella sede di  Palazzo Marigliano vengono ammessi al corso. L’anno prossimo Vincenzo Staiano, “il pizzaiolo del Papa” continuerà a seguire la crescita personale e professionale dei suoi allievi nella cooperativa E”‘ uagliune”. Un sogno comune realizzato dai fondatori di “Arti e Mestieri”; un riscatto morale che restituisce ai ragazzi dignità sociale ed economica, un futuro diverso grazie al lavoro.