Gragnano, Gaetano Scala morto per un incidente di caccia

E’ morto a seguito di un incidente di caccia avvenuto in località Castello a Gragnano. L’uomo Gaetano Scala 67 anni dipendente comunale in pensione era uscito ieri notte per una battuta di caccia al cinghiale malgrado il periodo della stagione non venatoria. Dalle prime evidenze, ma sono ancora in corso gli accertamenti per acclarare ulteriormente la dinamica dei fatti, Scala è morto colpito da un proiettile partito accidentalmente dal suo fucile. Appostato su un albero, per una disattenzione il grilletto si è incastrato in un ramo ed è partito il colpo che l’ha preso nella parte bassa del volto(altezza vena aorta) più o meno vicino all’orecchio sinistro. Questa mattina la moglie, non vedendolo rientrare, ha dato l’allarme. Sul posto si sono portati i carabinieri di Gragnano unitamente ai colleghi di Castellammare di Stabia che hanno trovato l’uomo ormai privo di vita. Appassionato di caccia, persona molto noto nel paese della pasta, Scala era il gestore del ritrovo Il Ciliegio. Sulla tragedia indaga la Procura di Torre Annunziata, che ha disposto il sequestro della salma affinché venga svolto l’esame autoptico.