L’ondata di maltempo che ha investito Castellammare di Stabia e paesi limitrofi ha causato allagamenti e danni. Strade come fiumi in piena; auto finite nei tombini saltati in zona Fontanelle. Le acque reflue del Rivo San Marco hanno trascinato in mare rifiuti e liquami. Critica la situazione nel centro antico. La rete fognaria non ha retto, facendo tracimare i reflui da alcuni tombini. Miasmi irrespirabili hanno costretto alcuni cittadini a mettere la mascherina. Ritirata l’acqua, sono stati gli stessi residenti armati di scopa e paletta e pompa a prodigarsi per pulire il quartiere. A documentare la triste realtà foto, video che hanno fatto il giro del web accompagnati da polemiche e appelli rivolti al primo cittadino. Mentre il Sindaco è impegnato a organizzare la notte bianca, in città manca un progetto di pulizia/manutenzione periodico. Caditoie, griglie, pozzetti pluviali quando non vengono puliti da tantissimo tempo, impediscono il defluvio dell’acqua piovana causando allagamenti e danni.