41046545_1121808837969431_1953121418484908032_n

Gragnano, tenta il suicido per non andare in carcere

Avrebbe tentato il suicidio pur di non entrare in carcere. Sarebbe questo il motivo che ieri pomeriggio avrebbe spinto un giovane al gesto estremo. Il 17 enne, ospite in struttura residenziale che accoglie minori in condizioni di particolare disagio psico-sociale in via Castellammare a Gragnano, è salito all’ultimo piano del palazzo e dopo aver scavalcato la ringhiera si è seduto sul cornicione dello stabile minacciando di lanciarci nel vuoto. La trattativa con il giovane, per farlo desistere dal suo intento, è stata portata avanti dagli operatori sociali per circa un’ora, con un capannello di curiosi a guardare la scena, fino a quando si è convinto e ha accettato di mettersi in sicurezza all’interno

del terrazzo. I motivi alla base del gesto sono riconducibili a una pena carceraria di 15 giorni che il giovane deve scontare all’interno dell’istituto penale minorile di Nisida per spaccio di sostanze stupefacenti. Finita l’emergenza per il ragazzo si sono aperte le porte del carcere come da disposizioni di legge. 

Commenti

Commenti