accetta-2

C.mare di Stabia: la bufala del ragazzo con l’accetta getta nel panico gli stabiesi

Un post comparso circa quattro ore fa su un gruppo di Castellammare di Stabia sta creando panico tra decine di utenti. Questo è il messaggio:”ATTENZIONE STA GIRANDO PER CASTELLAMMARE UN RAGAZZO 16/17 ANNI CON UN’ACCETTA ..HA COLPITO STAMATTINA ORE 7,10 UN ANZIANO !”. In realtà si tratta di una bufala. Una fake news nata dopo la diffusione di un audio su WhatsApp nel quale una donna dice:”buonasera a tutti non è assolutamente uno scherzo verso le 7.10 mio padre è stato colpito con un’accetta in fronte adesso sta al pronto soccorso per fortuna di striscio da un ragazzo che sta girando per Castellammare di Stabia. A una persona gli ha spaccato la testa in due, non so se è vivo e a Via Marconi un altro signore è stato preso ad accettate. La polizia lo sta cercando, quindi io vi sto avvertendo perchè purtroppo io sono stata, vi ripeto, cioè sono sconvolta, sto andando all’ospedale. Quindi state attenti io ho chiamato mio figlio e lo fatto ritornare subito a casa. E’ un ragazzo sui 16/17 anni che sta girando con un’accetta per Castellammare di Stabia.” Nessuna testata giornalistica ha affrontato l’argomento, considerando la gravità dei fatti nessun telegiornale ne ha parlato,  segno evidente che di vero non c’è nulla. Una notizia falsa, partita da alcuni dati reali, data in pasto ai social dove i meno accorti si professano di promuoverla scatenando reazioni di ogni genere. I dati reali parlano di un gruppo di ragazzi che nelle ultime settimane avvicinano anziani per poi prenderli a schiaffi o. Individui sulla cui identificazione stanno lavorando i

carabinieri, visionando anche le telecamere delle zone nelle quali si sono verificati i fatti. L’argomento è stato oggetto anche del consiglio comunale durante il quale i vertici di palazzo Farnese hanno chiesto un incontro in Prefettura con le forze dell’ordine affinchè la città sia presieduta costantemente. Notizie, dati originari si incrociano tra loro nella mente di persone masochiste che partoriscono messaggi folli, pericolosi, capaci di suggestionare i meno attenti, vittime inconsapevoli dell’ennesima bufala. 

 

 

Commenti

Commenti