Si era recato in Puglia, a Foggia, nella clinica Villa Egea, per sottoporsi a un intervento per la riduzione dello stomaco e riuscire così a risolvere il problema del sovrappeso ma così non è stato. Pasquale De Cesare, chiamato da tutti a  Castellammare di Stabia ” Pasqualone”, per la sua notevole mole, noto imprenditore, nell’intervento che doveva portagli un calo di peso, ha trovato invece la morte. Ricoverato nella struttura pugliese dallo scorso Maggio, Pasquale era stato operato e dopo  quale giorno , dimesso ,perchè, a parere dei dottori,  sia l’intervento che  la degenza post operatoria  erano andate  nel migliore dei modi. Dimesso, l’imprenditore ritorna  in Toscana, a Chianciano, dove con la famiglia gestiva da tempo un albergo. Qui avverte i primi malesseri e viene ricoverato presso l’ospedale di Nottola. Sottoposto a altri due interventi chirurgici,  il De Cesare muore, IL 20 Giugno. Le cause  del decesso non sono ancora chiare. L’autopsia, non ancora eseguita, stabilirà se c’è correlazione tra gli interventi a cui si è sottoposto il defunto e la sopraggiunta morte.  A tal fine sono state sequestrate le cartelle cliniche  prese dagli ospedali e aperta un inchiesta da parte della Magistratura. Pasquale De Cesare aveva 57 anni, era noto a Castellammare di Stabia perchè  gestore, nel passato, dell’ Agenzia di Viaggi “I Viaggi di Fabiola”, a Piazza dell’Unità d’Italia.