Sarno – Caos ospedale. La Giunta Comunale invia una delibera al Ministero della Salute. Il Sindaco in lotta per la riapertura del reparto di ortopedia

Ospedale “Martiri Villa Malta”, la Giunta Comunale approva un atto deliberativo con proposte concrete da inviare al Ministro della Salute, alla Regione Campania ed all’Asl.

La Giunta di Palazzo San Francesco, guidata dal Sindaco Giuseppe Canfora, ha appena approvato un atto deliberativo da trasmettere immediatamente al Ministero della Salute, alla Regione Campania ed all’Asl, con proposte concrete riguardanti le problematiche dell’ospedale di Sarno, delegando il Sindaco a rappresentare l’Amministrazione ed a continuare le attività che egli ha posto in essere, con continui colloqui con tutti gli organi preposti, in mancanza di competenze specifiche del Comune.
La maggioranza aveva tentato di condividere tali proposte con l’opposizione che sia nella seduta di Consiglio Comunale che in commissione trasparenza, ha cercato pretesti per evitare l’approvazione, salvo poi pubblicare un manifesto privo di qualsiasi concretezza ma teso solo a screditare il Sindaco, firmato addirittura da una parlamentare che ha a disposizione altri mezzi per lottare per l’ospedale di Sarno.
E’ noto che il sistema sanitario, a causa della mancanza di medici, è in difficoltà, basta guardare anche alle città vicine dove si registrano criticità anche più accentuate ma è compito di una squadra di governo difendere gli interessi della propria città e noi non ci stiamo sottraendo.
A metà giugno si svolgeranno i concorsi per l’assunzione di nuovi medici, alcuni dei quali saranno sicuramente assegnati all’ospedale “Martiri Villa Malta”.
Il Sindaco sta lottando per la riapertura di ortopedia.
Queste sono le proposte concrete:
L’abolizione del numero chiuso o programmato per l’accesso ai corsi di Laurea in Medicina e Chirurgia e professioni sanitarie;
La possibilità dell’utilizzo della Guardia Medica presso il Pronto Soccorso ospedaliero, esclusivamente per i codici bianchi;
L’integrazione, con i colleghi dell’AIL Pronto Soccorso Ospedaliero, per porre rimedio alle carenze;
L’integrazione del personale medico del Pronto Soccorso con i medici dell’USCA in orario diurno;
L’incentivazione economica per tutto il Personale Sanitario adibito a Pronto Soccorso, anche mediante la stipula di assicurazioni professionali a tutela della salute, incidenti sul lavoro e rischi professionali;
L ‘istituzione della Casa della Salute che faccia da filtro tra Medicina del Territorio e Sanità Ospedaliera come previsto nel PNRR;
L’istituzione di un drappello di Polizia presso il Pronto Soccorso, per salvaguardare l’incolumità del personale sanitario.
Il Sindaco Canfora e l’Amministrazione Comunale

ALTRE NEWS

ULTIME NOTIZIE

Sarno, “Festa dello Sport” allo Stadio “F. Squitieri”: in campo gli alunni dell’Istituto Comprensivo Sarno – Episcopio

I.C. Sarno – Episcopio: si ripete per il secondo anno consecutivo la “Festa dello Sport” allo Stadio “F. Squitieri” Una vera e propria “Festa dello...