venerdì, 18 Giugno 2021

Covid – Nuovo Decreto dal coprifuoco alle 23 alla riapertura dei centri commerciali nel fine settimana. Ecco cosa cambia da domani

spot_imgspot_img

Iniziano a emergere i primi dettagli sulle riaperture dalla cabina di regia. Divieto di circolazione notturna spostato alle 23 dal 19 Maggio, alle 24 dal 7 giugno ed eliminato a partire dal 24 giugno. Via libera a centri commerciali nel weekend a partire dal 22 maggio e ai matrimoni da metà giugno, ma solo con il green pass. Ecco nei dettagli tutte le novità sull’allentamento delle restrizioni anti-coronavirus.

19 MAGGIO – Scatta il posticipo del coprifuoco, che passa dalle 22 alle 23

22 MAGGIO – Riaprono i centri commerciali, i mercati le gallerie e i parchi commerciali nel fine settimana e riaprono anche gli impianti di risalita nelle località di montagna, che erano chiusi dall’estate scorsa.

24 MAGGIO – Riaprono le palestre, che in base al decreto del 22 aprile sarebbero dovute ripartire il 1 giugno

1 GIUGNO – tocca a bar e ristoranti che non hanno spazi all’aperto: si potrà prendere il caffè al bancone del bar o pranzare e cenare fuori anche nei locali al chiuso, cosa quest’ultima, che non era prevista dal decreto in vigore. Possibile inoltre, tornate ad assistere ad una competizione sportiva all’aperto, con una capienza non superiore al 25% di quella consentita dall’impianto e comunque non superiore alle mille persone.

7 GIUGNO – Il coprifuoco viene posticipato alle 24

15 GIUGNO – Tornano le feste di matrimonio ma per partecipare servirà il green pass, vale a dire il certificato di avvenuta vaccinazione, di guarigione o un tampone negativo effettuato nelle 48 ore precedenti. Sarà il Cts a definire il numero massimo di partecipanti per gli eventi all’aperto e per quelli al chiuso. Ripartono anche le fiere con la presenza di pubblico, i parchi tematici (che in base al vecchio decreto dovevano riaprire il 1 luglio) i convegni e i congressi

21 Giugno sparisce il coprifuoco

1 LUGLIO: gli ultimi a ripartire, in base alle scelte fatte, sono le piscine al chiuso, i centri termali, le sale giochi, bingo e casinò, i centri ricreativi e sociali, i corsi di formazione pubblici e privati. Sarà anche questa la data in cui si potrà tornare ad assistere ad una competizione sportiva al chiuso: la capienza sarà limitata al 25% del totale e comunque non potranno esserci più di 500 spettatori. Il 1 luglio è anche la data di ripartenza dei congressi ma si sta ragionando di anticiparla al 15 di giugno con il green pass

La decisione rispecchia la linea adottata dal ministro della Salute Roberto Speranza che chiede di muoversi “con prudenza” nell’allentamento delle restrizioni anti-coronavirus, anche se consapevole del miglioramento costante del quadro epidemiologico

Lo spostamento in avanti del coprifuoco non è l’unica misura che l’esecutivo sta valutando di allentare nei prossimi giorni: sul tavolo ci sarebbe anche il via libera all’apertura dei centri commerciali a partire già dal prossimo weekend, quindi dal 22-23 maggio

Il 24 maggio è prevista la riapertura delle palestre, quelle delle piscine al chiuso il 1° luglio

Da inizio giugno potrebbero riaprire i bar e i ristoranti, a pranzo e a cena, anche al chiuso. Al momento possono servire i clienti solamente le attività con spazio all’aperto

I matrimoni potranno ripartire invece dal 15 giugno, ma solo con il “green pass”: i partecipanti dovranno mostrare una certificazione di vaccinazione contro il covid, oppure l’esito negativo di un tampone

Dal 1° giugno Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna saranno zona bianca. E, con questo trend di contagi, dal 7 giugno anche Abruzzo, Veneto e Liguria entreranno in zona bianca. Nelle regioni in zona bianca valgono solo le regole di comportamento (mascherina, distanziamenti), mentre non è in vigore il coprifuoco.

 

https://tg24.sky.it/cronaca/2021/05/17/covid-decreto-riaperture-coprifuoco-calendario-#00

ALTRE NEWS