venerdì, 18 Giugno 2021

Castellammare, arriva FlixBus. Una tappa stabiese per i turisti

spot_imgspot_img

FLiXBUS, la società tedesca di autobus extra-urbani che effettua servizi di trasporto in tutta Europa e nel Sud-ovest degli Stati Uniti, potenzia i collegamenti in Campania includendo nella propria rete regionale nuove tappe in Penisola Sorrentina. Alla fermata di Sorrento, si aggiunge dal 27 Maggio, quella di Castellammare di Stabia, Sant’Agnello, Piano di Sorrento, Meta, Vico Equense . Le nuove tratte sono già attive e acquistabili sul sito dell’azienda. L’operatore low cost di bus si prepara così a soddisfare una domanda che si aspetta in “significativa” crescita. A bordo dei pullman è garantita la massima sicurezza grazie ad un esaustivo protocollo, che va dalla sanificazione dei mezzi al termine di ogni corsa all’ obbligo di mascherina per l’intera durata del viaggio, senza tralasciare la misurazione della temperatura e il controllo touch-less di biglietti e documenti al momento del check-in.

Con una stagione che si preannuncia nuovamente all’insegna del turismo di prossimità e della riscoperta della dimensione locale, si presenta con forza l’urgenza di investire nell’infrastruttura per valorizzare il territorio alla luce della nuova sensibilità ambientale, garantendo ai visitatori un’adeguata rete di trasporti collettivi per spostarsi in modo green verso mete meno battute», sostiene Flixbus in una nota stampa.

La visione di un sistema di mobilità integrata efficiente ed ecocompatibile, libero dall’uso del mezzo privato, guida da sempre il nostro operato in tutto il mondo», ha affermato Andrea Incondi, Managing Director di FlixBus Italia. «In linea con questa visione, riteniamo che la prospettiva di un rilancio del turismo in ottica di sostenibilità, come auspicato dalle istituzioni, offra agli attori del trasporto un’occasione unica per unire le forze e imprimere una svolta alla mobilità in Italia, e produrre un cambiamento decisivo nella direzione di una società più responsabile».

Restando nel Napoletano, completano il quadro le tratte attive con l’aeroporto di Capodichino e quelle che, dal 27 maggio, collegheranno Fuorigrotta con città come Firenze, Bologna e Venezia.

L’operatore punta, in questo modo, a garantire una soluzione di mobilità efficiente e capillare a quanti vorranno scoprire il ricchissimo patrimonio paesaggistico, artistico e culturale locale, contribuendo a supportare la ripresa delle attività turistiche in questa fase delicata di rilancio.

ALTRE NEWS