venerdì, 23 Aprile 2021

C.mare di Stabia, la spazzatura si accumula a casa dei positivi. La storia di Giovanna

spot_imgspot_img

Giovanna Gagliardi ha perso entrambi i genitori in pochi giorni. Una storia che ha commosso tutta Castellammare di Stabia quella di Maddalena e Carmine Gagliardi,  morti a seguito delle complicazioni legate al contagio da Coronavirus. Nemmeno il tempo di elaborare il lutto che anche la figlia Giovanna e la nipote scoprono di essere positive. Obbligate a stare chiuse in casa, a combattere il virus, sono costrette anche a convivere con decine di sacchi neri che contengono rifiuti vari: fazzoletti, mascherine, guanti, oggetti dei suoi genitori. Spazzatura accumulata che dovrebbe essere smaltita da ditte specializzate o comunque dagli operatori ecologici. La signora avrebbe interpellato sia l’Asl che gli uffici comunali per spiegare la situazione, senza risultati: i bustoni depositati all’esterno dell’abitazione non sono stati raccolti. Al dolore inguaribile di Giovanna e di sua figlia, si aggiunge l’assenza delle istituzioni, la mancanza di una sanità, di una politica lineare, organizzata, a servizio del cittadino. Un disastro decennale che la pandemia ha contribuito solo a evidenziare.

ALTRE NEWS