giovedì, 25 Febbraio 2021

Sarno, Bell trovato morto dopo l’appello. La sua fine tra indifferenza e solitudine

PUBBLICITA

Subito dopo l’appello, lanciato su facebook tramite la pagina Sarno 24, la condivisione di decine di utenti della notizia della scomparsa di Bell, aveva fatto sperare in un lieto fine. I proprietari dal 9 Gennaio si sono subito attivati per cercarlo, hanno setacciato le strade tra Viale Margherita e zone limitrofe a lungo purtroppo senza risultati poi la decisione di affidarsi alla rete sociale. Gli utenti hanno condiviso fino a oggi quando sono giunte in redazione due segnalazioni. La proprietaria viene avvisata e si mobilita: la prima non va a buon fine, la seconda ha un esito tutt’altro che felice. A distanza di sei giorni Bell è stato trovato senza vita in un canale di scolo delle acque a Episcopio nei pressi di Piazza Duomo. La notizia del ritrovamento è stata data dalla stessa padrona alla coordinatrice del caso.

Quella di Bell potrebbe sembrare una storia banale da raccontare, invece vuole invitare tutti a essere più sensibili verso gli animali, verso i nostri amici a quattro zampe. Evidenzia in modo significativo l’indifferenza che verte intorno a questa vicenda. Il canale rappresenta un luogo cardine del fatto perchè i latrati dei cani sono uditi da chi risiede nelle vicinanze ma quasi mai allerta ad esempio i Vigili del Fuoco per il recupero delle povere bestiole che potrebbero essere finiti li dentro per qualsiasi motivo: caduti accidentalmente, abbandonati.

La condanna a morte per chi come Bell, non è abituato alla vita di strada, è inevitabile. Una morte, come quella di altri cani, che poteva essere evitata. La mancanza di etica, di rispetto, di un legame affettivo, che dovrebbe unire tanto gli esseri umani con i suoi simili tanto gli stessi con gli amici a quattro zampe, sono la base marcia di questa storia.

di N.M.

PUBBLICITA

ALTRE NEWS

DALLA HOME