Pubblicità

Mentre proseguono le ricerche della pantera avvistata nei boschi e le campagne tra le provincie di Avellino e Benevento, i carabinieri del gruppo forestale sono stati allertati dal proprietario di un terreno in zona Montefredane. Il contadino si è trovato nel fondo agricolo faccia a faccia con un pitone lungo oltre un metro. I militari della Stazione di Avellino sono intervenuti e con apparecchiature speciali hanno catturato il serpente, un pitone reale appartenente alla famiglia dei Pitonidi, originario dell’Africa occidentale: difficilmente aggressivo, è un rettile particolarmente indicato per l’allevamento da parte degli amatori, dalle prime verifiche però, sembrerebbe sprovvisto di microchip identificativo. L’esemplare è stato sequestrato, in attesa di essere trasferito in una struttura idonea. Sono in corso indagini atte a capire la provenienza del serpente e come abbia fatto ad arrivare in campagna. Due le teorie più probabili: è stato abbandonato viste le dimensioni oppure è fuggito dalla teca di chi lo deteneva. Il proprietario, se rintracciato, rischia una denuncia per omessa custodia.