Pubblicità

Ad oggi in paese abbiamo raggiunto zero casi positivi, mentre i guariti sono saliti a 8. Il virus però serpeggia ancora e questo deve motivare la popolazione ad assumere comportamenti responsabili al fine di evitare una ripresa del contagio. L’uso della mascherina non è da considerarsi un optional ma fino a nuove ordinanze un accessorio da mettere obbligatoriamente quando si cammina per strada, nei luoghi chiusi accessibili al pubblico (quali mezzi di trasporto pubblico ed esercizi commerciali) e comunque in tutte le situazioni in cui «non sia possibile garantire continuativamente la distanza di sicurezza». Le ordinanze della Regione Campania, fanno riferimento in caso di mancato rispetto delle misure di prevenzione del rischio di contagio (tra cui l’obbligo di utilizzo della mascherina nei luoghi pubblici) alle sanzioni da 400 a 3mila euro previste dall’art.4 del decreto-legge 25 marzo 2020, n.19, per i trasgressori dei provvedimenti presi per l’emergenza coronavirus (dai limiti agli spostamenti al divieto di uscire per chi è in quarantena).I dispositivi di protezione seppur esteticamente non piacevoli, a tratti asfissianti, in questa fase esistenziale sono gli unici mezzi per proteggerci dall’infezione.
Il rischio di contagio e di nuovi focolai è alto. Rischiamo di tornare indietro, ripresentare le restrizioni, quarantene e rinchiuderci in casa, serve responsabilità.