E’ morto dopo giorni di agonia l’operatore ecologico vittima di un incidente sul lavoro. Sebastiano Giannini 65 anni dipendente della AM Tecnology , secondo quanto è stato ricostruito dagli investigatori, la notte del 17 marzo mentre era impegnato, insieme ad altri due colleghi, nella raccolta rifiuti, in via Annunziatella, sarebbe caduto battendo con violenza la testa sull’asfalto, perdendo molto sangue. Soccorso dal personale del 118, trasportato all’ospedale di Castellammare di Stabia, le sue condizioni sono apparse subito gravi. Ricoverato in rianimazione è deceduto ieri. I funerali sono stati  celebrati senza messa, le esequie si sono tenute al cimitero, “ridotte” solo ai familiari,in virtù del D.M. per l’emergenza sanitaria Covid 19. Messaggio di cordoglio e vicinanza alla famiglia dell’operaio anche dal primo cittadino Gaetano Cimmino “Colgo l’occasione per rivolgere le mie più sentite condoglianze e quelle di tutta la mia amministrazione comunale, inoltre, ai familiari di Sebastiano Giannini, l’operatore venuto a mancare a seguito di una caduta mentre prestava servizio. Il mio pensiero va a tutti operatori che non possono restare in casa e che svolgono un lavoro encomiabile, in prima linea, per tenere pulita la nostra città in questi giorni difficili”.  Sulla dinamica di quanto accaduto stanno indagando i Carabinieri della locale stazione.