C.mare di Stabia: la denuncia di un lettore “attaccato” dalle pulci

Una segnalazione arriva dalla zona di Quisisana: l’area collinare stabiese sarebbe infesta dalle pulci. Un uomo mentre passeggiava con il suo cane sarebbe stato letteralmente “attaccato” dai fastidiosi e in alcuni casi pericolosi atteri. All’inizio credeva fossero semplici punture di zanzare ma quando ha iniziato a fare i conti con gli effetti della puntura (arrossamento cutaneo e prurito) guardandosi le gambe ha notato la presenza dei parassiti. Invaso dalle abili saltatrici anche l’amico fedele. Vettore di malattie trasmesse sia agli uomini che agli animali, la loro presenza massiccia è imputabile alla mancanza di interventi manutentivi e di pulizia accurata delle strade che versano in condizioni deficitarie di igiene e decoro; scerbatura assente. Urge una disinfestazione da parte degli organi competenti affinchè si adoperino per arginare il fenomeno.

foto: web