“L’intento era quello, il relax, abbiamo creato un luogo dove poter riflettere in silenzio. Ne abbiamo tutti bisogno”, parole (e che parole), Gianpaolo Scafarto, assessore alla Legalità e alla Sicurezza della giunta del sindaco Cimmino, che continua ad essere entusiasta del luogo creato per i tantissimi stabiesi e turisti che, alla canzone di Pino Daniele e al celeberrimo bacio nel traffico del Lungomare preferiscono la meditazione. Nasce la Ztl in versione Zen, senza caos e, perché no, con un sottofondo musicale in filodiffusione sui circa 800 metri dal Miramare fino alla Cassa Armonica e a chi gli chiede di tentare di attrarre i turisti con i classici mercatini e gli artisti da strada Scafarto sembra essere più che categorico: “L’unica attrattiva sarà il panorama e il mare”.Genny Manzo