Nocera Inferiore, l’autopsia sulla bimba di 8 mesi: morta per strangolamento. Arrestato il padre

Sarebbe morta per strangolamento Jolanda, la neonata di 8 mesi arrivata la notte tra venerdì e sabato al pronto soccorso dell’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore, ormai priva di vita. E’ questo il primo responso emerso dall’autopsia eseguita sul corpo della piccola ieri pomeriggio, dal medico legale Giuseppe Consalvo, incaricato dal Magistrato della Procura di Nocera Roberto Lenza. A ucciderla sarebbe stato il padre Giuseppe Passariello 37 anni, tossicodipendente, da domenica in  carcere con l’accusa di omicidio volontario aggravato. Un quadro accusatorio nel quale è inserita la figura di Immacolata Monti, mamma di Jolanda, al momento

solo indagata. Potrebbe aver assistito al delitto senza fare nulla per impedirlo. A Sant’Egidio del Monte Albino, alla luce del tragico evento, la situazione di indigenza in cui viveva la famiglia Passariello era arcinota: nella frazione di San Lorenzo le urla, il pianto di Jolanda e del fratellino di 4 anni, attiravano l’attenzione dei vicini. La stessa Imma spesso incontrandola per strada presentava lividi sul viso. Segni evidenti di maltrattamenti, violenze fisiche, a cui madre e  figli erano sottoposti quotidianamente. Questa mattina intanto, in forma privata, nella cappella del cimitero di Pagani, si sono svolte le esequie della bimba, officiate da Monsignor Giuseppe Giudice.