Sarno-ospedale

Sarno, è stato il meningococco tipo b a causare la morte di Aniello

I risultati dei prelievi per le analisi di immunologia, effettuati ieri presso l’ospedale Cotugno di Napoli, avrebbero confermato la  prima ipotesi causa del decesso di Aniello: meningite. A uccidere il bambino sarebbe stata un’ infezione meningococcica di tipo B. Un calvario iniziato domenica sera, quando il bimbo di 2 anni e mezzo, è giunto al pronto soccorso del Martiri di Villa Malta, accompagnato dai genitori, con la febbre. Il prolungarsi dell’attesa per una visita pediatrica, avrebbe portato i familiari a rivolgersi presso un altro ente: l’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore. Qui, secondo una prima ricostruzione dei fatti, dopo le visite,  il personale medico avrebbe consigliato il ricovero, rifiutato dai genitori. Portato a casa, durante la notte le condizioni del bambino sarebbero ulteriormente peggiorate. E’ stato quindi accompagnato con i mezzi propri dai familiari, ieri mattina alle 6.40 circa, all’ospedale di Sarno, per ulteriori

accertamenti,  dove purtroppo è morto per il peggioramento delle condizioni di salute. Il Pubblico Ministero Anna Fasano della Procura della Repubblica di Nocera Inferiore ha disposto il sequestro delle cartelle cliniche dei due ospedali. Le indagini sono state affidate ai carabinieri di Sarno, agli ordini del maresciallo Toni Vitale. Gli organi competenti hanno avviato le procedure per la profilassi antibiotica di tutti coloro che sono stati in contatto con il bambino e con la sua famiglia, già prima degli esami.  Protocollo che dovrà seguire chiunque avesse avuto contatto diretto con lo stesso, rivolgendosi al proprio medico di base. Un profondo sentimento di cordoglio e vicinanza alla famiglia, per la prematura scomparsa del piccolo Nello, è stato espresso anche dal Sindaco Giuseppe Canfora insieme a tutta l’amministrazione comunale.

Commenti

Commenti