Un pezzo di Castellammare di Stabia era presente al 26°campionato mondiale della pizza tenutosi a Parma l’8-9-10 maggio. Considerata la manifestazione più longeva del settore, l’evento ha visto la partecipazione di 729 concorrenti provenienti da 38 nazioni che si sono sfidati in 995 competizioni individuali, a squadre e in combinata. Tra di loro spicca il nome di Giuseppe Amendola vincitore del titolo di campione del mondo per la categoria di pizzaiolo più veloce. Nato a Castellammare 35 anni fa, Giuseppe emigrò in terra romagnola con la famiglia all’età di 10 anni. Vive a Reggio Emilia con la moglie Agnese e i figli Giorgia e Renato. Il mestiere del pizzaiolo lo ha imparato da giovanissimo. Ha 20 anni ha aperto il primo locale gestito fino a settembre del 2016. Si affaccia al mondo delle gare 9 anni fa e ad oggi vanta un curriculum di tutto rispetto: primo ad avere 4 titoli nella stessa categoria in 26 edizioni di campionato; nel 2009

arrivò 20°; 3° nel 2010; 2°nel 2011; 4°nel 2012; ma è negli ultimi 3 anni che resta imbattibile. Era il 2013 quando con il tempo di 36,6 secondi allargò 5 panetti(come da regolamento) di pizza di 200 g. con un diametro di circa 30 cm. Il record mondiale fu suo come quello del 2014, 2015, fino all’ultima conquista. In 49 secondi ha steso 5 panetti conquistando la posizione più alta del podio del Palacassa; aggiudicandosi il titolo per l’ennesima volta. Le sfide per Giuseppe non si fermano qui: davanti ha in cantiere l’apertura di una nuova pizzeria “CI VEDIAMO DA MARIO” e l’iscrizione alla 16° edizione del Campionato Mondiale del Pizzaiuolo – Trofeo Caputo in occasione del Napoli Pizza Village il 19-20-21 giugno. “

Dedichiamo a Giuseppe una frase di Marco Pantani -“Quando stacchi tutti e arrivi da solo, la vittoria ha il sapore del trionfo.” Continua cosi.