giovedì, 27 Gennaio 2022

Manniello lancia l’appello : “Stabiesi, venite a Melfi”

Franco Manniello lancia il suo appello ai tifosi per una partita importante come quella di Melfi.
Il Patron stabiese ha avvertito l’esigenza di parlare alla Castellammare sportiva, di spronarla ad esserci per dare il proprio sostegno alla Juve Stabia in un momento importantissimo.

Presidente, come mai ha voglia di parlare ai tifosi?
Per lanciar loro un appello. Sabato a Melfi ci giochiamo una partita troppo importante e la squadra ha il massimo bisogno del sostegno del pubblico stabiese. Vincendo siamo dentro al 90%. Melfi è una tappa fondamentale per il nostro campionato.

Quale squadra teme di più per raggiungere i play off?
Dietro stanno correndo come matti, non mi meraviglierei se Matera e Lecce le vincessero tutte. Il Matera è la più vicina e, alla luce degli scontri diretti che ci penalizzano, è la squadra più temibile. Ma c’è da stare attenti anche alle altre.

Le Vespe sono tornate ad offrire un ottimo calcio ed a tirar fuori un gran carattere. La scelta di Savini paga?
Si. Abbiamo evitato il grande nome affidandoci ad un allenatore in gamba, con le idee chiare e che conosceva già ambiente e squadra. E’ stata la scelta giusta senza dubbio. Sul carattere dico che i ragazzi lo hanno tirato fuori anche prima del derby con la Salernitana. A Torre hanno vinto in un ambiente difficile ed anche con l’Aversa hanno saputo reagire con grinta.

Con questi risultati, c’è un pò di rammarico per non aver esonerato prima Pancaro?
No, questo no. Parlare col senno di poi è facile per tutti. Pancaro ha fatto bene per almeno quindici o sedici partite. Le sfide perse all’andata con Salernitana e Benevento sono state quelle che hanno pesato tanto sul nostro cammino e sulla nostra classifica. Vincendole sarebbe stato un altro campionato. Ora davanti a noi c’è solo la voglia di portare a casa i play off.

Con la Salernitana si è rivisto il Menti di una volta?
Non proprio quello di una volta (sorride, ndr). Abbiamo staccato 3.515 biglietti, Castellammare potrebbe fare tanto di più con il suo bacino. Certo, già avrebbe un altro significato economico riuscire a farli ogni settimana. Comunque la spinta si è sentita forte e per i calciatori giocare così diventa tutta un’altra cosa. Ma quest’anno ci sono state gare in cui ne abbiamo staccati 500 o anche 400.

Colpa del troppo affetto verso squadre di A come il Napoli?
Sono anch’io un simpatizzante del Napoli ed in serie A mi fa davvero piacere quando vince. Diverso è l’estremo di non tifare per la squadra della propria città, quello non è molto bello.

Tornando alla prossima gara, è il momento di blindare il terzo posto?
Giocare in casa il quarto di finale in una sfida secca sarebbe molto importante per noi. Raggiungere il Benevento? Attualmente siamo solo interessati a conservare questa posizione ed è per questo che abbiamo bisogno di un esodo dei nostri tifosi a Melfi.

Fonte Tuttomercatoweb

ALTRE NEWS