BOSCOTRECASE: COMPRO UNA PENNA E MI GIOCO LA BOLLETTA

L’insegna del negozio è delle più normali,  ” Cartolibreria”, la clientela era delle più vari, bambini , adulti. Adulti che non compravano penne, matite, gomme ma scommettevano soldi, sui possibili risultati delle squadre di calcio. Scommesse però che la titolare della cartolibreria effettuava illegalmente. I Carabinieri della stazione di Trecase,  a seguito di un controllo hanno scoperto l’illecito commesso dalla donna, una trentenne del posto, la cui attività si trova in via Annunziatella , poi denunciata in stato di libertà mentre i computer e le stampanti presenti nel luogo sono stati sequestrati. Questo tipo di scommesse sono illegali perchè fatte senza l’autorizzazione della Questura e essendo fatte su una piattaforma online di una società  con sede a Malta la loro giocata non risulta all’ Aams e quindi  le tasse vengono evase. L’Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato regola il comparto del gioco pubblico in Italia attraverso una verifica costante dell’operato dei concessionari e una mirata azione di contrasto all’irregolarità . Il metodo  di usare piattaforme online di società con sedi in paesi europei diversi , da persone che hanno attività commerciali, è in continuo aumento e tutto fa pensare che la camorra abbia messo radici in questo sistema per il riciclo del denaro proveniente da attività illecite.

A.M.

ALTRE NEWS

ULTIME NOTIZIE

Gragnano, tutto pronto per il primo micronido comunale “Infanzia Serena”: inaugurazione il 14 maggio

Gragnano, tutto pronto per il primo micronido comunale “Infanzia Serena”: inaugurazione il 14 maggioIl sindaco Nello D’Auria: “Presto anche un’altra struttura finanziata con i...