Nola – Omicidio al Vulcano Buono, confessa l’autore

Ha confessato l’autore dell’omicidio di Domenico Esposito, il 28enne di Acerra, ucciso oggi pomeriggio nel parcheggio del Vulcano Buono a Nola. Si tratta di E.D.L. 20 anni, di Secondigliano. Il reo confesso avrebbe ammazzato Esposito infliggendogli diverse coltellate nel corso di una lite. Un acceso diverbio tra la vittima e l’aggressore all’esterno del commerciale, alle 17,30 circa nei pressi degli ingressi Ischia – Capri. A soccorrere il 28enne sarebbero stati gli amici. Trasportato all’ospedale Santa Maria della Pietà, a Nola, è morto poco dopo essere arrivato al pronto soccorso. Inutili i tentativi di rianimazione e l’intervento tempestivo dei sanitari: troppo gravi le ferite d’arma da taglio ricevute. Le indagi sono affidate agli agenti del commissariato di Nola, coordinati dal sostituto procuratore Anna Musso.
La Polizia sta acquisendo in queste ore ogni testimonianza, elemento utile alle indagini per ricostruire la dinamica di un’ assurda vicenda che vede protagonisti due giovanissimi: la vittima, Domenico Esposito e l’assassino, di professione custode, di Secondigliano. Nel mirino degli agenti le immagini registrate delle telecamere del Vulcano Buono che, secondo una prima visione, avrebbero dato riscontro ai fatti denunciati.
Un litigio per futili motili sfociato in un accoltellamento mortale.

ALTRE NEWS

ULTIME NOTIZIE