Boscoreale: rapina in pescheria. Titolare reagisce e viene ucciso

E’ stata un’Antivigilia macchiata dal crimine quella vissuta dai cittadini di Boscoreale. Due le rapine consumate a distanza di poco tempo nella tarda serata, nel mirino dei banditi in entrambi i casi le pescherie. Una purtroppo finita nel sangue. Su via Armando Diaz il primo colpo. I rapinatori hanno fatto irruzione nell’attività commerciale “La rosa dei Venti”, hanno sparato un colpo d’arma da fuoco per intimidire i presenti. Preso l’incasso sono fuggiti. L’azione malavitosa si è spostata in via Rocca. La scena si ripete. Secondo la ricostruzione all’arrivo dell’auto a bordo della quale ci sarebbero state tre persone, il titolare era posizionato all’esterno della sua attività “Il Delfino” commerciale. E qui avrebbe visto entrare il malvivente sceso dalla vettura dirigersi armato di pistola verso la cassa posta all’interno dell’esercizio. A questo punto – sempre stando a quanto finora ricostruito degli inquirenti – avrebbe recuperato un coltello e squarciato una gomma dell’auto in sosta per impedirne la fuga. Un fatto che avrebbe richiamato l’attenzione del rapinatore armato, il quale avrebbe desistito dai propositi iniziali e si sarebbe frettolosamente portato all’esterno, dove avrebbe trovato Antonio Morione, verso il

quale avrebbe esploso quattro colpi d’arma da fuoco centrandolo alla testa. Il pescivendolo, 41 anni, soccorso dagli amici, è morto poco prima dell’arrivo in ospedale. Lascia la moglie e tre figli. I Carabinieri del Nucleo Operativo di Torre Annunziata hanno recuperato sulla scena dei crimini, bossoli calibro 9×21, un dettaglio che porta gli inquirenti a sospettare che ad agire in entrambe le rapine, la prima consumata ai danni del fratello della vittima, siano stati gli stessi rapinatori. gli inquirenti stanno analizzando le telecamere a circuito chiuso della zona. Nel frattempo è stata rinvenuta una vettura, data alle fiamme, alla periferia di Boscoreale. L’auto sarebbe compatibile con quella utilizzata per le rapine.

ALTRE NEWS

ULTIME NOTIZIE

Scafati città cardio protetta. Continua il progetto “salvavita dell’ anardi”

SCAFATI CITTA' CARDIO PROTETTA: CONTINUA IL PROGETTO "SALVAVITA" DELL'ANARDI"Ogni cittadino del mondo puo' salvare una vita con semplici manovre": continua il progetto Scafati Citta'...