domenica, 7 Marzo 2021

Gragnano, in manette il boss Antonio Di Martino

PUBBLICITA

La Polizia di Stato di Napoli dopo una lunga indagine coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia, ha stretto le manette ai polsi di ANTONIO DI MARTINO. Ricercato per estorsione aggravata dal metodo mafioso dal 2018, il 40 enne è stato arrestato a Gragnano. Figlio di Leonardo detto ‘o Lione, Antonio è considerato, insieme al fratello, uno degli esponenti di spicco del clan che “curano” gli affari criminali tra Gragnano e Pimonte (Napoli) legati al mondo della coltivazione e distribuzione della droga, del racket e dell’usura. Nel 2018 un’operazione delle forze dell’ordine portò all’arresto di diversi esponenti della camorra, tra gli altri l’imprenditore Adolfo Greco, considerato anello di congiunzione tra i vari cartelli criminali della zona stabiese ma anche legato alla camorra casalese, il 40 enne riuscì a fuggire e da allora si era dato alla latitanza. Di Martino è stato catturato nella zona di Sigliano a Gragnano. L’ultima volta era stato arrestato nel 2015, quando fu bloccato in autostrada in provincia di Avellino insieme con un complice. In auto avevano 45 chilogrammi di marjiuana.

PUBBLICITA

ALTRE NEWS

DALLA HOME