Il Capo Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli ha firmato un’ordinanza che consente la dematerializzazione delle ricette mediche, con l’attribuzione di un codice – NER – Numero di ricetta elettronica – per cui i cittadini non dovranno più recarsi dai medici di base per la prescrizione dei farmaci. Un ulteriore misura cautelativa ordinata per limitare gli spostamenti ed evitare le attese presso gli ambulatori dei medici e ridurre la diffusione del coronavirus. La ricetta digitale potrà essere inviata come allegato in una mail, dal medico curante, inviata all’indirizzo di posta elettronica certificata oppure ordinaria dell’assistito, oppure il numero della ricetta elettronica, potrà essere inviato tramite sms o con altre applicazioni di messaggistica per gli smartphone. La terza modalità di comunicazione del codice è invece quella di contattare il medico telefonicamente. Borrelli, commissario straordinario per l’emergenza Covid-19 lo ha annunciato, giovedì 19 marzo, nel corso della conferenza stampa sugli aggiornamenti in merito alla questione coronavirus.