Finti tecnici dell’Enel girano in città alla ricerca di vittime. Ancora una volta l’attenzione è rivolta sopratutto agli anziani che vivono soli a non aprire mai la porta agli sconosciuti che si palesano come tecnici, forze dell’ordine, corrieri e avvocati. Una «“sporca” manovra fatta dai “finti” rappresentanti Enel, che suonano alla porta  si presentano, dicono di dover cambiare il contatore, per conto della società. Un escamotage per conquistare la fiducia della vittima poi una volta entrati in casa la derubano. Diversi sarebbero i colpi messi a segno. Un particolare rilevante: i malviventi sono soliti allontanarsi  in sella a uno scooter.