La Polizia Stradale di Arezzo della Sottosezione di Battifolle, durante un servizio di controllo su strada in A1 ha fermato in prossimità del casello di Arezzo, un furgone, alla guida un 45 enne, lavoratore presso un ‘attività commerciale di Castellammare di Stabia. Nel corso del controllo gli agenti hanno ispezionato il vano frigo costando che gli alimenti: mozzarelle, caciocavalli, formaggi, biscotti stabiesi , una cesta colma di pane erano privi delle etichettature che ne indicavano il produttore, il peso e altro. Inoltre la refrigerazione era gusta. Gli alimenti erano conservati senza che fossero rispettate le cautele minime previste dalle norme igienico sanitarie: la temperatura interna del vano carico era di 16 gradi, che per gli alimenti caseari deve essere come minimo di -4 gradi centigradi, dunque decisamente superiore. Nei confronti del guidatore è scattata una sanzione amministrativa di 4.000 euro, sequestrato il furgone, il carico al macero. Le indagini proseguono per individuare a quali esercenti era destinati i prodotti caseari e il pane.

foto: Corriere di Arezzo