Sette persone sono state arrestate dalla Guardia di Finanza di Salerno nell’ambito di un’indagine sulla commissione tributaria che già a maggio aveva portato in carcere 14 persone. Giudici tributari, funzionari, commercialisti, imprenditori, che in cambio di denaro avrebbero pilotato sentenze di secondo grado e l’iter di alcune indagini tributarie nel capoluogo, in cambio di mazzette fino a 10 mila euro. Un sistema consolidato, corrotto, che ha portato all’arresto tra gli altri dell’autore Rai avellinese Casimiro Lieto. Il suo nome è legato a programmi come Miss Italia, La Vita in Diretta Estate, La prova del cuoco, per il quale i vertici di Viale Mazzini hanno già avviato l’iter di risoluzione del contratto collaborativo. Secondo le indagini delle fiamme gialle, coordinate dal Procuratore Aggiunto Luigi Alberto Cannavale, l’autore Lieto avrebbe promesso un posto di lavoro al figlio di Fernando Spanò, presidente della quarta sezione della Commissione tributaria di Salerno, per pilotare a proprio favore la sentenza relativa a un accertamento di quasi 230mila euro. Il ricorso di Lieto fu accolto il 14 luglio del 2017,  la corruzione sarebbe avvenuta in concorso con Antonio Muriello,  già Giudice tributario e attualmente membro  del Consiglio nazionale della giustizia tributaria a Roma. Le altre 5 persone arrestate sono: il Giudice Tributario Giuseppe Pagano, il dipendente amministrativo presso la Commissione Tributaria provinciale di Salerno Rosario Attilio Passarella; Francescopaolo Savo, professionista tributario e consulente fiscale, Giuseppe Somma professionista tributario, Paola Panariello referente della Full Project srl. Tutti accusati di corruzione in atti giudiziari. Tra gli episodi contestati ci sono la cancellazione di un debito con l’Erario di oltre 35 milioni di euro ottenuto, grazie a sentenze corrotte, da una società di Sarno (Salerno). Per un’altra società di Angri (Salerno), l’indebito vantaggio ottenuto supererebbe i 5 milioni di euro, mentre per una terza società di Avellino la somma annullata raggiungerebbe il milione di euro.