“Ho capito subito dopo che avevamo fatto una sciocchezza e me ne scuso con tutti i napoletani. Sono stato stesso io che ho fatto di tutto per recuperare immediatamente il motorino. Chiaramente, è inutile ribadirlo, il passaggio di soldi era solo una finzione. Non ho preso quei duemila euro”. E’ l’imprenditore stabiese Catello Buonocore detto Catellone, ex canottiere e figlio di Giovanni detto ‘o animale’, il protagonista del video finito in mare, più cliccato del week end. I due sono amici da tempo come testimoniano anche le foto postate sui profili social. Lo stabiese gestisce una parte  di pontile sul porto commerciale di Castellammare amico da anni con SuperMario. Il calciatore nei giorni scorsi era stato allo Stabia Main Port a bordo di uno yacht in compagnia della figlia Pia. Una vacanza nelle acque del Golfo di Napoli luogo della goliardata.  “Era una goliardata, nata per gioco insieme a Mario. Da uomo di mare non avrei mai fatto qualcosa che potesse danneggiare l’ambiente. Non c’erano soldi in palio, come ha precisato anche Balotelli. L’ho fatto senza pensare alle conseguenze, anche se tutto il polverone sollevato è nato perché si trattava di Mario. Se il protagonista fosse stato una persona

comune, tutto questo non sarebbe accaduto”, ha spiegato l’imprenditore Buonocore. Il video ha totalizzato oltre due milioni di visualizzazioni. E Balotelli spiega ancora, in attesa di conoscere le conseguenze legali: “Ci tenevo a precisare – scrive il calciatore sui sui profili social – che la scommessa non è stata monetizzata ma era tutta una scena per lo scherzo”. E ora per entrambi non resta che attendere la cifra da pagare per la multa che è in arrivo.