Uno spettacolo astronomico imperdibile si potrà osservare domani 21 gennaio. Dopo quasi un anno di assenza sarà visibile un’eclissi totale di Luna, la prima Superluna del 2019. Il satellite naturale apparirà un po’ più grande, più luminosa del solito e rossa. Il fenomeno si osserva quando il Sole, la Terra e la Luna sono allineati e quindi la Terra, nascondendo la luce del Sole alla Luna, proietta su di essa un cono di penombra e un cono d’ombra. Quando la Luna si trova interamente all’interno del cono d’ombra, inizia la fase di eclissi totale: il disco lunare ha una luminosità molto più bassa e la frazione di luce solare che filtra attraverso l’atmosfera terrestre dà alla Luna una colorazione bruno-rossastra. Nei cieli italiani, meteo permettendo, lo spettacolo sarà visibile a occhio nudo e durerà dalle ore 3 e 30 circa fino a più o meno le 8 e 50

di mattina. La fase culminante del fenomeno sarà concentrata tra le 5 e 40 e le 6 e 45, con il momento apicale che, secondo i calcoli, dovrebbe essere concentrato alle 6 e 12 minuti. Vale la pena puntare la sveglia all’alba, per quello che si preannuncia l’appuntamento più magico dell’anno. La natura non concede troppe repliche; la prossima eclissi totale è prevista per il 20 dicembre 2029. Inoltre stanotte la Luna sarà prossima alla distanza minima dalla terra e la potremmo ammirare molto più grande del solito.