martedì, 17 Maggio 2022

CASTELLAMMARE: TRAGHETTO“GAUTHIER” gioiello della cantieristica navale

Impostato il 16 Dicembre 2013 presso i Cantieri Navali di Castellammare di Stabia, “Gauthier” è un traghetto di ultima generazione che Fincantieri sta realizzando per la Société des traversiers du Québec (STQ), compagnia canadese che opera nel trasporto marittimo di passeggeri. Con l’occasione è anche stato reso noto il nome dell’unità, che sarà “F.-A.-Gauthier”, in onore di Felix-Adrian Gauthier, storico sindaco di Matane (1960-1963) e fondatore della società di navigazione.

Lungo 133 metri, largo 22, “Gauthier” sarà in grado di raggiungere una velocità massima di 20 nodi e potrà accogliere oltre 1000 passeggeri. Il traghetto, la cui consegna è prevista per la fine del 2014 in Canada, è un concentrato di tecnologia e innovazione, perché adotta gli standard più evoluti in termini di risparmio energetico e basso impatto ambientale.

Questa unità infatti è dotata di propulsione diesel elettrica, come le moderne navi da crociera, ma i quattro gruppi diesel sono di tipo “dual fuel” e potranno funzionare sia a gas (Liquid Natural Gas – LNG) che a marine diesel oil. I due motori elettrici di propulsione azionano propulsori di tipo azimutale, dotati ciascuno di due eliche contro-rotanti che, insieme alle eliche trasversali, garantiscono al traghetto un’eccezionale manovrabilità. Tali caratteristiche, unite ad un complesso e ricco sistema di rampe e portelloni sia a prora che a poppa, consentirà alla nave considerevoli capacità di carico e scarico in tempi molto rapidi.

La nave è certificata con la più alta classe prevista dai registri internazionali per questo tipo di servizio ed ha inoltre la classe ghiacci 1 A ed 1 AS per la propulsione, i più alti livelli previsti dagli stessi registri di classifica.

Il traghetto sarà utilizzato nella regione del Québec per servizi multipli sulla rotta Matane-Baie-Comeau-Godbout che, con 1.600 viaggi all’anno, consente a più di 205.000 passeggeri e oltre 118.000 veicoli di spostarsi.

Fonte: www.comune.castellammare-di-stabia.napoli.it/

ALTRE NEWS