(di Genny Manzo) Castellammare di Stabia – Un’altra affermazione per il gruppo di Nicola Corrado e dei consiglieri comunali (e qualche assessore) della giunta Cuomo che hanno appoggiato la candidatura dell’europarlamentare rieletto nelle fila del Partito Democratico, Andrea Cozzolino. Che cosa è successo con il voto all’Europee nel Partito Democratico stabiese? Ve lo diciamo subito! C’è un Nicola che vince a Castellammare (e nell’hinterland) e c’è un Nicola che riceve l’ennesima scoppola al “peso” del consenso. Chi Nicola? Ma Nicola Cuomo e il suo euro candidato (che potrebbe essere eletto per il rotto della cuffia), Giuseppe (Giosi) Ferrandino. Ebbene,…il candidato che, ad Ischia, è stata (sotto banco) anche il candidato del coordinatore regionale di Forza Italia, Mimì De Siano; non sfonda nemmeno a Castellammare dove raccoglie una magrissima consolazione, appena 827 preferenze contro le 1908 della “porta aerei” Cozzoliniana. Grande affermazione anche per Massimo Paolucci che, con la coppia di “sommergibilisti” Aitra-Migliardi e i “quattro gatti” di Pannullo, Salvatore Russo, Ciccarelli ed Elefante a supporto, ha ottenuto 1290 preferenze; un ottimo risultato un po’ ovunque, a Gragnano, Paolucci, ha addirittura superato (seppur di poco) l’imbattibile Cozzolino. Buona l’affermazione dei Iovino’s (seppur terzi alle spalle dei Corrado’s e gli Aitra’s-Migliardi’s) che, appoggiando (come sempre) il candidato consigliere regionale del Partito Democratico, Mario Casillo, l’ex consigliere regionale, Nicola Caputo, con 1269 preferenze, hanno contribuito a traghettarlo in Europa. Povero Cuomo, l’unico sconfitto; addirittura Sanges (che non è del Partito Democratico) può dire di aver vinto oggi (dicono che avrebbe appoggiato la Picierno).