32953090_2189926711034483_3544260429167460352_n

Getta la figlia della compagna dal cavalcavia e poi si suicida dopo otto ore

La vicenda che ha tenuto in ansia l’Abruzzo oggi pomeriggio è finita nel più tragico dei modi.  Fausto Filoppone 49 anni, dipendente della Brioni, questa mattina, per motivi ancora sconosciuti, avrebbe scaraventato nel vuoto prima la convivente, gettandola dal quarto piano del palazzo dove vivono poi si è allontantano insieme alla figlia della donna, una bambina di 12 anni. L’uomo alle 13.40 circa  ha imboccato l’autostrada A14, al km 390 ha fermato l’auto, è sceso, ha scavalcalcato il parapetto e ha lanciato la piccola Ludovica nel vuoto. Un gesto folle, cinico, senza pietà. Scatta l’allarme l’autostrada viene chiusa sul posto arrivano polizia e vigili del fuoco e alcuni parenti. Tutti tentano di dissuaderlo dal compiere ulteriori gesti. Nulla da fare lui resta li aggrappato alla rete di recizione, mentre infondo al viadotto i soccoritori cercavano di raggiungere il corpo esamine della bambina, precipata da un’altezza di 30 metri. L’uomo è rimasto aggrappato per otto ore alla rete di protezione per poi lasciarsi cadere nel vuoto. Intanto dall’ospedale di Chieti arriva la notizia del decesso della donna e purtroppo anche la bambina raggiunta dai  soccoritori nel punto in cui era caduta non è sopravissuta.Morta praticamente sul colpo. Francavilla a Mare ha vissuto una giornata di ordinaria follia, un dramma familiare che come tanti non ha mai dato segnali di sofferenza.

Commenti

Commenti