31239293_10215789752726172_1441084449772011520_n

C.mare di Stabia, cimitero sommerso dalle sterpaglie

Sono numerose le segnalazioni da parte dei cittadini  che hanno per oggetto lo stato di degrado in cui versa il cimitero. La manutenzione dell’aria verde è praticamente assente: camminando ci si imbatte in erbacce, mucchi di terriccio, ramaglie, davanti alle tombe, lungo i vialetti che conferiscono al luogo sacro l’aspetto di un posto praticamente abbandonato. Una vergogna portata alla ribalta sopratutto attraverso i social: le foto postate dagli utenti denunciano lo scempio della necropoli stabiese a tratti invasa da una vegetazione che cresce  incontrollata diventando habit naturale per serpenti, parassiti e recettacolo di topi e sporcizia. Una situazione che ha dei precedenti evidentementi mai risolti nel tempo. La domanda nasce spontanea. Chi dovrebbe occuparsi di salvaguardare lo stato igienico-sanitario del cimitero

comunale, assicurarne il buon aspetto estetico, dell’ambiente, della struttura, del rispetto e decoro che richiede il luogo perchè non lo fa? I politici locali quando fanno visita a cari estinti non si guardano intorno e fanno i conti con una realtà che appartine a tutti?…

Commenti

Commenti