abbigliamento falso gdf-2

Sarno: “falsi d’autore”, indagini in corso per scoprire la centrale dell’abbigliamento taroccato

Il mondo dei social network: facebook, whastapp sono i mezzi di comunicazione del ventunesimo secolo. Hanno “abolito” il dialogo verbale,  hanno preso il posto delle missive, si sono sostituiti alle vetrine dei negozi. Merce di ogni genere viene postata su profili creati ad hoc. Prodotti proposti al popolo del web spesso contraffatti. Su questo fronte si starebbe muovendo la Guardia di Finanza di Scafati per individuare i gestori di questi “negozi virtuali del falso” che avrebbero la base operativa a Sarno ma non solo. Sulle tracce dei truffatori, con acquirenti sopratutto tra gli adolescenti, i militari sono arrivati grazie alla immoderata pubblicità che gli stessi si facevano incautamente attraverso il web. Non a caso un profilo che era solito postare, pubblicizzare: scarpe, borse, capi d’abbigliamento, sportivo e casual, delle più note griffe della moda italiana ed estera risultata attualmente chiuso. Coincidenza o paura?

foto: web

Commenti

Commenti