soldi-rubati

90 mila euro truffati a ignari correntisti. Denunciata la cugina di Carmine Guerriero” il mago della frode” via web

I militari della caserma di Cava dei Tirreni hanno denunciato una donna con l’accusa di frode informatica. L’accusa avallata nei confronti di Anna Sorrentino è stata mossa dagli inquirenti quando la stessa sarebbe stata bloccata nei pressi dell’ufficio postale mentre tentava di prelevare una cospicua somma di denaro da un conto corrente sul quale erano depositati circa 90 mila euro. I movimenti di denaro fatti dalla donna, cugina del “mago della truffa informatica” di Castellammare di Stabia Carmine Guerriero, hanno insospettito gli impiegati postali che avrebbero informato le forze dell’ordine. In attesa delle indagini tecniche i soldi, frutto secondo le prime indiscrezioni di frodi informatiche

messe a segno dalla Sorrentino ai danni di ignari correntisti, sono stati sequestrati. Difesa dall’avvocato Olga Coda la donna era stata scarcerata dopo aver patteggiato una pena a 2 anni e 3 mesi nel corso del processo che la vedeva imputata insieme ad altri appartenenti della famiglia: Carmela e Filomena rispettivamente madre e sorella del ideatore della frode. Per tutti l’accusa era di associazione a delinquere finalizzata alla commercializzazione di banconote false e nella fattispecie efferenti la falsificazione di atti, documenti, marche a bollo e detenzione di carte di credito clonate. 

Commenti

Commenti